La storia di Albion

section headline image

I CUSTODI DI ALBION

La vita era dura per gli umani dell'antica Albion, poiché nei suoi territori dimoravano anche i draghi. Per loro gli umani erano solo cibo o giocattoli da torturare. Del resto, i draghi consideravano inferiori le altre forme di vita e terrorizzavano Albion a suon di artigliate e fiammate.

Infine scoppiò una guerra che durò per molti anni, che vide gli umani e i giganti alleati contro la supremazia dei draghi e la ferocia e il gran numero dei primi scontrarsi contro la potente magia dei secondi. Morirono migliaia e migliaia di guerrieri e, quando la guerra si concluse, non ci furono celebrazioni di sorta.

In parte questo fu dovuto al fatto che la minaccia era stata contenuta e non scongiurata, poiché i draghi erano immortali per natura e nessun potere noto era in grado di ucciderli. I druidi si erano radunati per compiere un grandioso rito che costrinse i draghi a un profondo ed eterno sonno.

Da allora, le tribù e i giganti divennero noti come i Custodi di Albion, sia per il loro ruolo di sorveglianti delle prigioni dei draghi, sia per la loro vocazione a proteggere il territorio dalle minacce.

Passarono secoli e Albion vide scoppiare la grande guerra civile tra le forze di Merlino e di Morgana, la quale ebbe una conclusione catastrofica e diffuse una strana e gelida nebbia nelle sue lande. Quando, in un secondo momento, la nebbia prese a diradarsi, fu evidente che Albion era tremendamente straziata e invasa da spiriti irrequieti. I custodi videro tutto questo come un presagio di ciò che stava per accadere... e avevano ragione.

Non molto tempo dopo, degli strani umani approdarono su Albion, scaltri ed egoisti come Merlino. Altrove, antichi nemici erano sgusciati fuori dalle loro tane, ancora schierati con Morgana.

I custodi hanno percepito la minaccia di una nuova guerra e sono pronti a combattere.

 

earthmother.png

LA MADRETERRA

Talvolta capita che una gigantessa venga scelta per diventare Madreterra. Quando ciò accade, essa non è più considerata un comune gigante, ma piuttosto una manifestazione della terra stessa a cui giganti e druidi sono devoti. La sua presenza è considerata di buon auspicio e garanzia di figli sani, pronta guarigione e natura prolifica. In passato la Madreterra è giunta in soccorso dei più grandi eroi dei custodi e lo farà ancora se incalzata, soprattutto se la battaglia coinvolge dei demoni.

Esistono poche Madriterra al mondo, ma quando una viene uccisa o muore di vecchiaia, ne viene scelta una nuova tra le fila delle gigantesse.
Mostra di più
Mostra meno
druids.png

I DRUIDI

Sebbene ogni tribù disponga del proprio, i druidi rimangono in contatto tra loro. Infatti, in piena estate e in pieno inverno, hanno l'abitudine di incontrarsi per compiere riti e scambiarsi dicerie.

I druidi sono tenuti a non immischiarsi nelle faccende politiche tra tribù, ma in tempo di conflitto offrono spesso consigli.
Mostra di più
Mostra meno
giants.png

I GIGANTI

I giganti non smettono mai di crescere. Man mano che crescono, i loro corpi diventano sempre più affini alla terra, fino a quando sulla loro schiena non inizia a crescere muschio e la loro pelle diventa come roccia, non solo in senso figurato. Un giovane gigante dorme solo una o due volte all'anno, ma invecchiando comincia a dormire più spesso e più a lungo. I giganti più anziani sono grandi quanto montagne e possono dormire per centinaia di anni, se lasciati indisturbati.

I giganti si cibano solo di carne, preferibilmente di creature ancora vive. Hanno una particolare predilezione per la carne umana ma, da quando hanno stretto patti con le tribù, è diventata una prelibatezza rara.
Mostra di più
Mostra meno